Temi

Ambiente, territorio e pianificazione

Con la nuova politica regionale la Confederazione vuole migliorare i presupposti per lo svolgimento di attività imprenditoriali nelle regioni montane, periferiche e di frontiera. Si deve tendere, per crescere come Cantone, ad una ragionevole competitività imprenditoriale, che va in sintonia con la competitività territoriale, intesa quale capacità di gestione innovativa del territorio con ripercussioni di carattere ambientale, sociale, istituzionale e culturale. AQUANOSTRA intende portare il suo fattivo contributo affinché vi sia simmetria tra le riconosciute esigenze ambientali, quelle relative alla libertà intelligente dell’individuo e quelle economiche. Per raggiungere questo importante obiettivo sarà necessario favorire, per il tramite di una nuova volontà collaborativa, una giusta attenzione all’ambiente e al territorio, senza tuttavia “gambizzare” sistematicamente l’uomo e tarpare le ali allo sviluppo economico. Occorre tenere presente che non è certo con il principio del rifiuto sistematico a marciare col tempo, né con forme esasperate e esasperanti di valenza ecologica che si potrà garantire il benessere della popolazione e delle generazioni future.

Energia

AQUANOSTRA è consapevole che solo attraverso un approvvigionamento energetico diversificato la Svizzera potrà continuare a garantirsi l’indipendenza quasi autarchica ed il rispetto non ipocrita dei propri principi di sviluppo sostenibile. È dunque condivisa e sostenuta anche la linea dettata dal Consiglio federale: efficienza energetica, incentivazione delle energie rinnovabili, rafforzamento dell’interscambio internazionale nonché sostituzione e nuova costruzione di impianti di grande potenza per la produzione di corrente elettrica, tra cui le centrali nucleari. In particolare, AQUANOSTRA con lungimiranza e consapevolezza ritiene che attualmente le uniche soluzioni applicabili siano l’efficienza energetica nella vita quotidiana ed una diversificazione sensata nell’approvvigionamento energetico (idroelettrico + altre energie rinnovabili + nucleare).

Mobilità

La mobilità è uno dei maggiori problemi che il Ticino dovrà risolvere nel prossimo futuro. Mendrisiotto, Luganese e Locarnese sono confrontati con difficoltà molto serie. Occorrerà concentrare tutte le forze disponibili per ricercare soluzioni condivise. Il privato e l’economia hanno esigenze che AQUANOSTRA vuole tutelare. Per il trasporto pubblico c’è necessità di un cambiamento culturale che non è per domani e che, al momento, non può essere ritenuto competitivo sia per gli orari, sia per i costi, specialmente nelle località lontane dagli assi ferroviari principali. AQUANOSTRA sostiene con convinzione la realizzazione di un collegamento stradale rapido tra Bellinzona e Locarno; nella stessa misura si chinerà criticamente sul Piano dei trasporti del Mendrisiotto, regione particolarmente penalizzata dalla vicinanza con l’Italia. Non da ultimo, a fronte di una situazione che sta diventando vieppiù insostenibile e anche della prospettata chiusura per alcuni anni per i necessari lavori di manutenzione, la nostra associazione intende rilanciare il tema della raddoppio del tunnel del Gottardo che si giustifica ampiamente per motivi economici, ambientali e di sicurezza (a questo riguardo abbiamo recentemente diffuso un comunicato stampa al quale non è stato però dato ampio eco).
www.forumdellamobilita.ch

Caccia, pesca, tiro ed altre attività

AQUANOSTRA è assolutamente convinta che tutte le attività umane che hanno luogo in mezzo alla natura debbano essere sostenute e considerate sotto un punto di vista positivo a condizione che rispettino l’ambiente circostante. Dalla caccia alla pesca, dalla raccolta di funghi al tiro, dal trekking alla mountain bike e tanto altro ancora, è importante ricordare che tutte queste attività sono già oggi soggette a delle regole ben precise che si sposano egregiamente con la tutela dell’ambiente. A mo’ d’esempio è fondamentale il ruolo di regolatore dell’attività venatoria con tutti gli effetti positivi sulla fauna e la flora, sulla preparazione dei cacciatori nonché sull’economia locale (agricoltura, turismo, ecc.). Un altro esempio eloquente è quello della pesca: anche in questo ambito occorre seguire una formazione specifica ed attenersi a regole ben precise per svolgere l’attività. Inoltre, attraverso la pesca ci si trova naturalmente confrontati con problematiche concernenti l’acqua quali l’inquinamento, i deflussi minimi ed altro ancora.